Astro del ciel

Astro del Ciel (titolo originale Stille Nacht, heilige Nacht, nota anche semplicemente come Stille Nacht) è uno fra i più celebri canti di Natale al mondo, di origine austriaca, tradotto in più di 300 lingue e dialetti.

In italiano la canzone è nota col titolo di Astro del  Ciel, con un testo differente che non possiede la forza evocativa dell’originale; la versione inglese è Silent Night.

Le parole furono scritte nel 1816 dal prete salisburghese Joseph Mohr, allora assistente parrocchiale nella chiesa di Mariapfarr- nel Lungau, regione di Salisburgo – tenendole nel cassetto in attesa di trovare qualcuno che potesse metterle in musica. Due anni dopo trovò Franz Xaver Gruber, allora maestro elementare ad Arnsdorf e organista a Oberndorf, originario dell’Alta Austria: fu lui a comporre la musica, che suonò nella vigilia di Natale del 1818.

Il territorio non era stato risparmiato dalle recenti guerre napoleoniche, e devastazioni a miseria erano ovunque. I versi del giovane sacerdote dovevano essere di conforto e speranza alla popolazione prostrata. Nel Natale del 1816 furono soltanto letti, mentre due anni dopo poterono anche esser cantati, con la musica che Gruber compose di getto.

Infatti, il 24 dicembre 1818 Mohr chiese a Gruber di musicare il brano da lui scritto per due voci soliste, coro e chitarra. Gruber fece vedere la partitura a Mohr, che approvò subito. Non è noto il motivo per cui venne fatta tale richiesta. Un racconto tradizionale riporta che ciò sarebbe avvenuto in quanto l’organo della chiesa di San Nicola era guasto poiché il mantice era stato rosicchiato dai topi e la riparazione era impossibile in tempi brevi (questo spiegherebbe il ricorso alla chitarra).

Ascolta anche  Bia la sfida della magia

La prima esecuzione pubblica avvenne nella notte del 24 dicembre 1818 durante la Messa di Natale nella chiesa di San Nicola a Oberndorf, presso Salisburgo, ed il brano venne eseguito dai suoi due autori con Mohr che cantava la parte del tenore ed accompagnava con la chitarra Gruber che intonava la parte del basso.

Lo spartito fu raccolto da Carl Mauracher, fabbricante di organi della Zillertal, che lo portò con sè in Tirolo, dove ebbe subito larga diffusione. Da questa regione ogni anno erano in molti a mettersi in viaggio per vendere nei Paesi vicini i prodotti dell’artigianato locale. Da allora portarono con sè anche le note di Stille Nacht. In particolare, le famiglie Strasser e Rainer fecero conoscere la melodia di Gruber in tutta Europa e poi nel mondo[1].

Oggigiorno è una delle più note e conosciute canzoni di Natale: sono oltre due miliardi le persone che la conoscono. Nel 2018, anno del bicentenario, una serie di eventi celebrerà in Austria l’evento, tra cui una mostra regionale articolata in 13 località – tutte quelle legate ai luoghi dove furono scritti i versi, dove fu composta la musica, dove insegnò Gruber, dove morì e fu sepolto, ecc. – l’inaugurazione di alcuni musei dedicati al canto e un musical, la cui prima si terrà il 24 dicembre 2018 nell sala dei concerti del Festival di Salisburgo. L’opera è commissionata in lingua inglese a John Debney.

La versione italiana, dal titolo Astro del  ciel, ormai diventata popolare anche a livello internazionale, non è una traduzione del testo tedesco bensì un testo originale scritto con una nuova creatività poetica dal prete bergamasco Angelo Meli (1901-1970) e pubblicata nel 1937 dalle Edizioni Carrara di Bergamo. (Wikipedia)

Coccole Sonore Astro del Ciel

Testo Astro del Ciel

astro del ciel testo completo – testo astro del ciel italiano

Astro del  ciel, Pargol divin, mite Agnello Redentor!
Tu che i Vati da lungi sognar, tu che angeliche voci nunziar,
luce dona alle genti, pace infondi nei cuor!
luce dona alle genti, pace infondi nei cuor!
Astro del  ciel, Pargol divin, mite Agnello Redentor!

Tu di stirpe regale decor, Tu virgineo, mistico fior,
luce dona alle genti, pace infondi nei cuor!
Luce dona alle genti, pace infondi nei cuor!
Astro del  ciel, Pargol divin, mite Agnello Redentor!
Tu disceso a scontare l’error, Tu sol nato a parlare d’amor,
luce dona alle genti, pace infondi nei cuor!
Luce dona alle genti, pace infondi nei cuor!

Astro del Ciel Accordi

accordi astro del ciel

DO
Astro del  ciel, Pargol divin
SOL7         DO
mite Agnello Redentor.
FA               DO
Tu che i vati da lungi sognar
FA               DO
tu che angeliche voci annunziar.
SOL7           DO            SOL7       DO
Luce dona alle menti, pace infondi nei cuor,
SOL7           DO            SOL7       DO
Luce dona alle menti, pace infondi nei cuor.
 
 DO
Astro del  ciel, pargol Divin
SOL7         DO
mite Agnello Redentor,
FA               DO
Tu di stirpe regale decor,
FA               DO
Tu vergineo mistico fior.
SOL7           DO            SOL7       DO
Luce dona alle menti, pace infondi nei cuor,
SOL7           DO            SOL7       DO
Luce dona alle menti, pace infondi nei cuor.
 
DO 
Scende dal ciel mistico vel
SOL7         DO
di silenzio e di mister;
FA               DO
Santa notte sublime d'amor,
FA               DO
c'è chi veglia con l'ansia nel cuor;
SOL7           DO            SOL7       DO
tra Giuseppe e Maria dorme il Bambino Gesù,
SOL7           DO            SOL7       DO
tra Giuseppe e Maria dorme il Bambino Gesù.
 
 DO
Santo Natal, festa d'amor,
SOL7         DO
di purezza e di bontà;
FA               DO
all'annuncio che è nato il Signor
FA               DO
sono accorsi alla grotta i pastor;
SOL7           DO            SOL7       DO
alleluja, alleluja, viva il Bambino Gesù,
SOL7           DO            SOL7       DO
alleluja, alleluja, viva il Bambino Gesù.

Tag: astro del ciel accordi chitarra, astro del ciel testo e accordi, astro del ciel testo inglese, note di astro del ciel, testo di astro del ciel italiano, astro del ciel accordi per chitarra, storia astro del ciel

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.