Tu scendi dalle stelle

Tu scendi dalle stelle, noto anche come Canzoncina a Gesù Bambino, di Gesù Bambino o semplicemente A Gesù Bambino è un canto natalizio composto nel dicembre 1754 a Nola (NA), dal napoletano sant’Alfonso Maria de’ Liguori, derivato come versione in italiano dall’originale Quanno nascette Ninno. Il testo presenta numerose varianti a seconda delle edizioni, frutto in parte di interventi successivi dello stesso autore, ma altre da attribuire senz’altro alla tradizione popolare che presto si impadronì del brano.

Schema metrico: Sette strofe di sei versi ciascuna: i primi due versi di ogni strofa sono endecasillabi a rima baciata; il terzo e il quarto verso sono ottonari, il primo spesso con rima interna (Bambino: divino, eletto: pargoletto, amore: core, ecc.,) il secondo tronco (tremar, povertà, trasportò, ecc.); il quinto verso è un quinario che rima con il sesto verso, endecasillabo. Lo schema complessivo si può pertanto riassumere così: AAb(b)cC. Tale schema è particolarmente complesso, e non sembra avere precedenti illustri nella tradizione letteraria. (Wikipedia)

Canzone Tu scendi dalle stelle

Tu scendi dalle stelle Testo

Tu scendi dalle  stelle
O Re del Cielo
E vieni in una grotta
Al freddo e al gelo
E vieni in una grotta
Al freddo e al gelo…
O, Bambino, mio Divino
Io ti vedo qui a tremar
O, Dio Beato
Ah, quanto ti costò
L’avermi amato
Ah, quanto ti costò
L’avermi amato
A te che sei del mondo
Il creatore
Mancan panni e fuoco
O, mio Signore
Mancan panni e fuoco
O, mio Signore
Caro eletto Pargoletto
Quanto questa povertà
Più mi innamora
Giacché ti fece amor
Povero ancora!
Giacché ti fece amor
Povero ancora!

Tu scendi dalle stelle Accordi

   RE                              LA
Tu scendi dalle stelle, o re del cielo,
                   SOL    LA          RE
e vieni in una grotta al freddo, al gelo,
                   SOL    LA          RE
e vieni in una grotta al freddo, al gelo.
 
 
     LA7        RE         LA7           RE
O bambino mio divino io ti vedo qui a tremar.
         LA                      SOL  LA       RE
O Dio beato ah, quanto ti costò l'a - vermi amato,
     LA              SOL  LA       RE
ah, quanto ti costò l'a - vermi amato!
 
    RE                              LA
A Te che sei del mondo il Creatore
                   SOL    LA          RE
mancano panni e fuoco, o mio Signore,
                   SOL    LA          RE
mancano panni e fuoco, o mio Signore.
 
     LA7        RE         LA7           RE
Caro eletto pargoletto, quanto questa povertà
         LA                      SOL  LA       RE
più m'innamora poichè ti fece, amor, povero ancora,
     LA              SOL  LA       RE
poichè ti fece, amor, povero ancora.
Ascolta anche  Supercalifragilistichespiralidoso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.